Il 2022 sarà un anno da ricordare per Treviglio
Il 2022 sarà un anno da ricordare per Treviglio

Il 2022 sarà un anno importante per Treviglio, si celebrerà il Cinquecentesimo anniversario del Miracolo della Madonna delle Lacrime. Il Miracolo è un evento religioso di grande rilevanza, ma allo stesso tempo è anche un evento che appartiene al mondo laico in quanto ha caratterizzato inequivocabilmente la vita della città nel corso degli ultimi 500 anni. Il Miracolo della Madonna delle Lacrime è dunque la festa dell’intera città e appartiene a tutti.

L’IMPORTANZA DI LASCIARE UN SEGNO

L’anniversario del Miracolo offre a Treviglio la preziosa opportunità di creare un palinsesto di attività di grande visibilità mediatica sul territorio. Le iniziative celebrative potranno infatti essere di vario genere e potranno essere promosse da più realtà: istituzioni, aziende, associazioni, privati. Il Miracolo rappresenta anche un’occasione importante per lanciare nuove progettualità, iniziative concrete che abbiano una ricaduta sul futuro della nostra comunità.

UN’OCCASIONE DI RILANCIO PER L’ECONOMIA LOCALE

Uno degli obiettivi della celebrazione del Miracolo sarà quello di offrire un’opportunità di rilancio per l’economia della città. Il commercio locale è senza dubbio reduce da anni difficili a causa della recente pandemia e nel 2022, e ora per la sua strategia di rilancio, avrà a disposizione come ulteriori strumenti promozionali gli eventi e manifestazioni dedicate alla celebrazione del Miracolo che richiameranno l’interesse di un grande numero di persone provenienti da altri paesi. Ogni realtà commerciale potrà infatti presentare il suo progetto di utilizzo del logo del cinquecentesimo per sfruttarlo in un’ottica promozionale.

UNA FESTA LUNGA UN ANNO

Il palinsesto delle attività di celebrazione laiche dei 500 anni del Miracolo inizierà a partire dal 28 Febbraio 2022 e si chiuderà con la fine dell’anno. Il mese di Febbraio sarà esclusivamente dedicato alla celebrazione religiosa del Miracolo.

CONDIVIDERE OBIETTIVI COMUNI

Il Comitato Treviglio’22 nasce con lo scopo di offrire un coordinamento a tutte quelle realtà che desiderano celebrare in qualche modo i 500 anni del Miracolo. L’obiettivo è quello di poter garantire per ogni iniziativa degli standard qualitativi e la corretta collocazione all’interno di un unico palinsesto celebrativo condiviso.

PERSEGUIRE UN FINE NOBILE

Il Comitato Treviglio’22 oltre a validare e coordinare le iniziative del palinsesto celebrativo avrà anche la funzione di favorire lo sviluppo di vere e proprie partnership per il perseguimento di progetti che abbiano una ricaduta sociale nel prossimo futuro. I progetti a ricaduta sociale su cui si punterà saranno quelli indicati dalla Comunità Pastorale di Treviglio.

TAVOLI DI LAVORO APERTI A TUTTI

Il Comitato Treviglio’22 prende vita dall’unione di intenti di quattro soggetti provenienti dal mondo religioso (mons. Norberto Donghi), dal mondo delle istituzioni (Juri Imeri), dal mondo economico (Giovanni Grazioli) e dal mondo imprenditoriale privato (Luca Secchi). Il Comitato ha intenzione di attivare una serie di tavoli di lavoro aperti a una pluralità di soggetti che condividono i medesimi obiettivi di fondo.

IL LOGO: L’IMPORTANZA DI UN SEGNO DISTINTIVO

Il cinquecentenario per entrare ufficialmente nella storia ha bisogno di diventare un vero e proprio brand e per questo motivo abbiamo dato vita a un logo riconoscibile che sarà utilizzato in qualsiasi occasione celebrativa. Il logo darà l’ufficialità a tutte le iniziative inserite nel palinsesto dei festeggiamenti del Miracolo. La concessione del logo sarà data direttamente dal Comitato Treviglio’22.

UN SOGNO NEL CASSETTO

La celebrazione dei 500 anni del Miracolo ha l’ambizione di lasciare un lascito alla comunità, vuole perseguire la realizzazione di alcune progettualità che avranno una ricaduta sulla città. Tre saranno gli ambiti in cui le progettualità si concentreranno: cultura, carità socialità.

  • PROGETTI CULTURA È già stato avviato un progetto di ristrutturazione della Basilica. Nel 2022 prenderà anche forma il progetto del Museo della Basilica, un’area espositiva dove poter dare ancor più risalto al Polittico di San Martino.
  • PROGETTI DI CARITÀ Un progetto ambizioso è senza dubbio quello della realizzazione del Polo della Solidarietà. Un’opera che prevede la conversione di immobili della Parrocchia in un complesso innovativo destinato a offrire un supporto concreto a chi è più in difficoltà nella nostra comunità.
  • PROGETTI DI SOCIALITÀ Una delle problematiche principali dei nostri giorni è che i luoghi di aggregazione tradizionali, come gli oratori, stanno sempre di più perdendo interesse nei confronti delle nuove generazioni. L’idea è quella di riprogettare questi spazi dando maggiore centralità alle attività sportive che risultano essere una delle principali attrazioni per i ragazzi. Una profonda riflessione sarà fatta anche sul palinsesto delle attività svolte con la finalità di aggregazione.
Comitato Treviglio22: Mons Norberto Donghi, Imprenditore Luca Secchi, Pres. BCC Treviglio Giovanni Grazioli, Sindaco Juri Imeri

INSIEME POSSIAMO FARE GRANDI COSE

Nel 1522 la nostra città veniva salvata dal Miracolo della Madonna delle Lacrime, un evento straordinario che ha risvegliato il senso di coesione sociale nella nostra comunità. Oggi, dopo 500 anni, dobbiamo dimostrare che quel senso di coesione arde ancora in noi e può essere la marcia in più per rilanciare la nostra città soprattutto dopo le difficoltà affrontate in questi ultimi anni a causa della pandemia.

Il 2022 per Treviglio, grazie ad un impegno collettivo, dovrà diventare un anno del risveglio e per questo un anno da ricordare.