È iniziata con l’Arcivescovo Delpini la Novena del Cinquecentenario a Treviglio
È iniziata con l’Arcivescovo Delpini la Novena del Cinquecentenario a Treviglio

È iniziata ieri, venerdì 18 febbraio, la Novena del Cinquecentenario del Miracolo della Madonna delle lacrime di Treviglio.

La prima celebrazione è stata la Santa Messa delle ore 6, celebrata dal parroco mons. Norberto Donghi. La Messa, ha detto, «è il primo gesto di questo lungo cammino che stiamo per cominciare, il cammino della nostra bella Novena che ci riporta alle più antiche e sante tradizioni di questa comunità. Ci aiuta a preparare il cuore per la festa più solenne, quella del Miracolo» del 28 febbraio. «Voglio ringraziarvi – ha aggiunto, rivolgendosi ai fedeli presenti – per questo bell’inizio e questa chiesa così affollata, una testimonianza di fede».

Mons. Donghi ha eccezionalmente celebrato venerdì la Messa delle 6: in tutti gli altri giorni della Novena, questa (insieme alla Compieta con meditazione delle 20.30) sarà presieduta dall’Arcivescovo di Milano, mons. Mario Delpini, ieri in pellegrinaggio in Puglia con i sacerdoti giovani della Diocesi.

Le funzioni della giornata sono celebrate ogni giorno da un diverso vescovo lombardo. Il primo, venerdì, è stato mons. Francesco Beschi, vescovo di Bergamo. Lo seguono mons. Giuseppe Merisi, Vescovo emerito di Lodi (sabato 19), mons. Paolo Martinelli, Ausiliare di Milano (domenica 20), mons. Luca Raimondi, Ausiliare di Milano (lunedì 21), mons. Antonio Napolioni, Vescovo di Cremona (martedì 22), mons. Vincenzo Di Mauro, Arcivescovo emerito di Vigevano (mercoledì 23), mons. Daniele Gianotti, Vescovo di Crema (giovedì 24), mons. Pierantonio Tremolada, Vescovo di Brescia (venerdì 25) e mons. Franco Agnesi, Vicario generale di Milano (sabato 26).

La Messa della Velazione di domenica 27, ore 18, e la Messa del Miracolo di lunedì 28, ore 8, saranno presiedute dall’Arcivescovo Mario Delpini. Delpini, come già detto, celebra tutti i giorni la Messa delle 6 e la Compieta delle 20.30. Durante la meditazione serale di venerdì, la sua prima a Treviglio per quest’anno, Delpini ha parlato dell’importanza della preghiera nella chiave del “rallegrarsi”, essendo il titolo della Novena “Kaire, rallegrati! La vita trasfigurata dalla gioia di Dio”. Ha poi concluso così la propria meditazione: «Il credente prega, si fida di Dio e la sua tristezza si trasforma in gioia. Maria, Madonna delle lacrime, con le sue lacrime ha trasfigurato la città e con le sue lacrime può trasfigurare la nostra vita, se impariamo a pregare. Pregare, cioè la memoria grata. Pregare, cioè la preghiera fiduciosa. Pregare, cioè vivere il tempo come tempo per seminare. Maria, donna del Magnificat, prega per noi». Il video integrale dell’omelia, come tutti i video della Novena, si possono vedere sulla pagina facebook Santuario di Treviglio, in diretta o registrati.